23 novembre 2009

Il tempo scorre inesorabile, primo inconveniente meccanico alla poderosa, il cavo della frizione si è rotto sul rettilineo che ci portava al super, abbiamo accostato, tirato fuori gli attrezzi e 10 minuti dopo stavamo già curiosando tra gli scaffali del supermercato.

Non abbiamo il frigo, così dobbiamo fare la spesa giornalmente, in Giappone frutta e verdura sono vendute al pezzo, non puoi scegliere, la misura è standardizzata, e alcune verdure sono troppo grandi, con il caldo e fuori dal frigo non si conservano, e allora ci inventiamo nuove cene con gli stessi ingredienti, finora con ottimi risultati.

 

Il tempo praticamente è sempre caldo, a volte piove, ma dura poco.

La mia scuola procede velocemente, e io spesso non riesco a seguirla, che fatica.

Siamo stati all’immigrazione abbiamo consegnato la documentazione per il prolungamento del visto, mi hanno messo un timbro sul passaporto, non il visa ma semplicemente una consegna documenti in caso di controlli.

E ora aspettiamo.

 

Sono spesso attaccato a internet per reperire info sulla possibilità di attraversare lo stretto di bering con la moto quando il tratto di mare che separa i due continenti è ghiacciato, è possibile, lo hanno gia fatto, in slitta, con gli sci, a piedi, e ora noi vogliamo farlo con la moto.

 Questa volta dobbiamo organizzare la cosa, abbigliamento, attrezzatura, preparare la moto, soprattutto il fisico, questo sara un grosso problema, per Shizu soprattutto, risolveremo, voglio anche trasformare la poderosa in un sidecar, chissa, ora continuo a sognare tra una lezione e l’altra, comunque chiunque avesse informazioni sul tema, è pregato di comunicarmele, grazie.

 

È passata solo una settimana e dall’immigrazione mi hanno chiamato, si va di corsa, che spettacolo ragazzi, una sorpresa, mi hanno concesso l’estensione del visto, non per un anno, ma subito per tre anni, con la possibilità di entrate multiple, una bellezza, si va in comune, e qua mi rilasciano  l’assicurazione sanitaria, per qualsiasi visita o intervento  pago solo il 30 % .

Sfruttiamo subito questa opportunità e andiamo da un ottico, visita approfondita in clinica super attrezzata, risultato, lenti a contatto per entrambi.

Poi vado anche da un dentista chirurgo specializzato anche per problemi tipo afte che spesso come ora mi affligono.

 La clinica, molto diversa dagli studi dentistici che conosco io, ambiente rilassante, gentilissime piccole infermiere si muovono sottovoce da una parte all’altra dello studio,  radiografia panoramica, pulizia denti, controllo gengive, e molto altro, acquisto medicine e, per oggi finito, ora il conto, la segretaria si scusa per il prezzo un po’alto- dice - è stata la prima visita e abbiamo dovuto fare molti esami, 30 euro…grazie.

Shizu è stata dall’otorino, non c’è niente da fare, deve fare un piccolo intervento, in day hospital, mettere une valvolina o qualcosa di simile dentro l’orecchio, cosi poi sentirà bene e non avra piu fastidio.

La scuola procede, ancora  mi è più facile scrivere che parlare, ma non demordo, imparerò.

 In settimana c’è stato il primo abbandono, l’americano se ne andato, dice che è troppo difficile, poi deve rimanere solo tre anni, e per il suo lavoro usa l’inglese, cosi ci ha salutato.

 

PS. Così tanto per essere chiaro, io scrivo e leggo hiragana e katakana, e una decina di kangi dei duemila circa indispensabili per poter leggere un giornale, ma non capisco assolutamente niente di quello che scrivo o leggo.

 

Sono di nuovo ingrassato, mi si sono riappiccicati i 5 kl che avevo perso in russia, che strano, Shizu invece ha perso 2 kl e non ingrassa…

Shizu  ha ripreso a fare bijoux, non siamo ancora riusciti a trovare un filo adatto e le scorte sono alla fine.

 

Siamo anche andati a fare visita a Yoshi, un ragazzo che ha seguito il nostro viaggio sin dalla preparazione della poderosa, lui fa il carrozziere, mi chiama shokunin, un pò come artista, per i lavori fatti e le trasformazioni alla moto.

Ha una bella officina  ben attrezzata, e mi e simpatico, fa  quei lavori che gli altri non vogliono fare,  quei lavori impossibili, che Tanto ci piacciono, che voglia di …….

Sono state tante le cose che ci siamo raccontati, grazie alla mia traduttrice Shizuyo, ma abbiamo dimenticato di documentare l’evento con la classica foto in posa, sarà per la prossima volta, dobbiamo ritornare, Yoshi ci ha offerto la sua officina per lavare la poderosa e revisionarla, ancora non ho cambiato ne l’olio ne il filtro, 33000 km. sono un disgraziato, devo anche sostituire la frizione, poverina non ce la fa più.

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    maika (venerdì, 27 novembre 2009 02:47)

    hola...muy bonitas las fotos..manana tendre tiempo para leer todo lo que me queda de vuestro viaje..
    me quede un poco atrasada...hihihihihi
    os quiero mucho.
    cuidaros mucho
    un beso de bologna
    tu hija

  • #2

    antonia (martedì, 15 dicembre 2009 22:02)

    ciao cari!!
    sono contenta vi siate sistemati .. ma mi spiace per shizu... spero che il piccolo intervento la possa far star meglio....
    il giappone sembra una terra meravigliosa. godetevi a pieno questa casa. vi auguro ce ne siano tante altre..... in giro per il mondo....
    un abbraccio grande ragazzi

Follow andiamoper on Twitter

Migliori Siti
free counters
Annunci Gratuiti Forum Gratis php nuke Gratis Blog Gratuito Album Gratuito

Statistiche gratis
ILTUOSITO.it
Registra il tuo sito nei motori di ricerca
Contadores Gratis